FuorigrottaToday

Aggressioni in ospedale: medico picchiato al pronto soccorso del San Paolo

L'uomo colpito con un bastone da una paziente. Dieci giorni di prognosi per lui, e la rottura del monitor di un computer

Ennesima storia di violenza aggressioni in ospedale. L'ultima vittima è un medico 46enne in servizio presso il pronto soccorso del San Paolo. L'uomo, come riporta Il Mattino, è stato picchiato con un bastone da una paziente. Dieci giorni di prognosi per lui, e la rottura del monitor di uno dei computer di cui è dotato il pronto soccorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna era giunta in ospedale per varie problematiche fisiche collegate alla sua condizione di ex tossicodipendente ed alcolista, Durante l'attesa, la donna ha cominciato a dare in escandescenze. Il medico di turno ha tentato di calmarla, ma è stato aggredito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento