FuorigrottaToday

Allo Zoo di Napoli c'è Arcana, esemplare di tigre bianca

L'aspetto è maestoso e già dai primi avvistamenti di tigre bianca in natura che risalgono al 1820, si riteneva di una eleganza unica

Grande sorprsa allo Zoo di Napoli. In questo weekend, arriveranno due ospiti speciali: Annibal e Arcana, due esemplari di tigre, donati allo Zoo da Gianni Mattiolo e Giacomo Ferrari. La novità? Arcana è un esemplare di tigre bianca.

In origine la tigre bianca era una tigre del Bengala caratterizzata da una variazione del colore del mantello che, invece di essere arancio, si presenta bianco con strisce nere o marroni. Oggi le tigri bianche possono derivare da incroci tra più sottospecie, ma è importante sottolineare che non appartengono a una sottospecie distinta. Gli esemplari che presentano tale colorazione del mantello si definiscono leucistici: il leucismo è una forma di albinismo incompleto ed è causato da un gene recessivo che inibisce la pigmentazione del mantello.

L’aspetto è maestoso e già dai primi avvistamenti di tigre bianca in natura che risalgono al 1820, si riteneva di una eleganza unica. L’ultimo esemplare di tigre bianca allo stato selvatico è stato avvistato nel 1951 e gli fu dato il nome Mohan. Da questo esemplare provengono la maggior parte delle tigri bianche oggi in cattività.

Lo staff scientifico dello Zoo di Napoli si è impegnato per ospitare al meglio Arcana e Annibal nel parco, così da poterle ammirare ed accudire, considerando le specificità della specie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento