FuorigrottaToday

Il concerto di Nino D'Angelo al San Paolo: si teme per il terreno di gioco

Lo show rischia di provocare un nuovo strappo tra Comune e il Calcio Napoli. Il manager Alessandro Formisano: "La stagione si aprirà molto presto con la Champions"

L'esibizione di Nino D'Angelo il 24 giugno di fronte alla Curva A dello stadio San Paolo potrebbe provocare nuovi malumori tra Comune e il Calcio Napoli. A rischio, ovviamente, il terreno di gioco. Il caso, come racconta Luigi Roano de Il Mattino, è scoppiato ieri a Palazzo San Giacomo.

Il Napoli non si può certo opporre ai concerti al San Paolo, ma come ha spiegato il manager Alessandro Formisano: "Abbiamo partecipato a questa conferenza dei servizi e ribadito che anche in questo caso l'assessorato allo Sport abbia attribuito l'impianto senza nemmeno farcelo sapere o consultarci. Nino è un amico, con il nostro manutentore verificheremo dopo il concerto cosa fare. La stagione si aprirà molto presto con la Champions e il campionato e il terreno di gioco è fondamentale".

Un precedente c'è: lo scorso anno - era il 21 giugno - al San Paolo si esibì Gigi D'Alessio, e il terreno di gioco ne uscì abbastanza devastato con relative polemiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento