FuorigrottaToday

“Io e la mia ragazza picchiati fuori dal San Paolo per il pallone di Hamsik”

Un tifoso ha denunciato di essere stato aggredito, nell'indifferenza generale, da un gruppo di persone che volevano sottrarre loro il pallone lanciato in curva dal capitano azzurro

Inquietante denuncia, effettuata da un lettore de Il Napolista attraverso il sito, di un episodio accaduto nella serata di ieri all'uscita dal San Paolo dopo Napoli-Sampdoria.

Il tifoso del Napoli, Armando, è stato aggredito e malmenato insieme alla sua ragazza. “Hamsik, il Capitano – denuncia il tifoso – si fa passare un pallone, lo lancia verso la Curva B, ma sbatte contro la ringhiera e cade giù nel settore dov’ero io e la mia fidanzata. Lei lo raccoglie, e come due bambini, contenti di aver ricevuto questo regalo, ci incamminiamo verso l’uscita”.

Lì la violenza. “Un gruppo di “tifosi” – racconta ancora Armando – si avvicinano ed iniziano ad intimorirci con frasi non molto cordiali. Iniziamo ad accelerare il passo, ma ci raggiungono, ci circondano, ci affrontano e con un pugno sferrato alla mia ragazza sul muso, ed un paio di calci contro di me, ci sottraggono il nostro trofeo, la nostra vittoria, il pallone calciato dal capitano Hamsik”.

Il tifoso denuncia anche la terribile indifferenza, intorno a loro, delle persone che assistevano a quanto stesse accadendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento