FuorigrottaToday

Comicon, dal successo al possibile addio a Mostra: "Affitti troppo cari"

Il futuro a Fuorigrotta della fiera pare in bilico, proprio ad un anno dalla storica edizione del ventennale

Napoli Comicon

Il Comicon potrebbe lasciare gli spazi della Mostra d'Oltremare nelle sue prossime edizioni. A darne notizia, sul Mattino, è il direttore generale Claudio Curcio: "La situazione sta diventando insostenibile – spiega soprattutto a proposito degli affitti da sostenere – e spero, sinceramente, che possano esserci cambiamenti concreti già nel breve periodo".

COMICON 2017, COSPLAYER IN ROSA

La fiera del fumetto si tiene a Fuorigrotta oramai dal 2010, e proprio nel 2017 ha siglato un rinnovo triennale con l'Ente Mostra. L'ultima edizione è stata un successo addirittura al di sopra delle aspettative: 130mila visitatori (nuovo record), 200 ospiti, 300 e più espositori e 600 eventi.

RECORD DI PRESENZE, LE INTERVISTE AI VISITATORI

Eppure qualcosa non va. In vista del ventennale che cadrà nel 2018 il rapporto tra organizzatori e vertici di Mostra d'Oltremare pare mostrare delle crepe. "A quanto apprendo - spiega Curcio - abbiamo contribuito anche a risanare i bilanci di Mostra d'Oltremare, che quest'anno ci ha imposto un forte aumento del canone di locazione e ha già anticipato un ulteriore aumento per il 2018 e per il 2019. Speriamo che il nuovo cda usi queste risorse almeno per migliorare i servizi e le condizioni dei padiglioni, unica nota stonata della nostra kermesse e di tutti i grandi eventi che si svolgono qui".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento