FuorigrottaToday

La bertuccia Alberta la scia lo Zoo e va in Spagna

Sequestrata ad un privato e da marzo nella struttura di Fuorigrotta, potrà vivere in semi libertà in un centro spagnolo trovatole dalla Lav. Allarmanti intanto i dati sul commercio di animali esotici ed in via d'estinzione

Alberta

Alberta ha salutato Napoli in direzione Spagna. La bertuccia, un macaca sylvanus, era provvisoriamente ospite dello Zoo di Napoli sin da quando nel marzo scorso fu sequestrata ad un privato che la deteneva illegalmente.

La Lav – nominata custode giudiziario dell'animale – le ha trovato una nuova casa: si tratta del centro Centro di recupero per primati “Primadomus”, struttura di eccellenza gestita dalla Fondazione Internazionale Aap che da oltre 40 anni si occupa del recupero di animali esotici. In Spagna Alberta vivrà in un habitat adeguato, e con altri animali con cui sviluppare i naturali comportamenti della sua specie.

Soddisfazione della Lav a proposito “dell’operazione svolta oggi, che ci consente di trarre in salvo un individuo appartenente ad una specie in via di estinzione”. “Questa storia non è un caso isolato – è l'allarme degli animalisti – Alberta è una delle 3000 bertucce presenti in Europa, molte delle quali vengono trasformate in 'animali da compagnia', a causa di una moda dilagante e criminale, aggravata dal fatto che si tratta di animali selvatici, pericolosi e in via di estinzione, la cui detenzione da parte di privati è vietata per legge in Italia”.

Oggi anno 200 di questi animali partono in direzione Europa. Ad oggi, soltanto 8mila macachi di barberia (macaca sylvanus), detti anche bertucce, rimangono liberi. La loro popolazione si è ridotta del 50% negli ultimi 24 anni e il commercio illegale è uno dei principali responsabili. A tal proposito la Lav ha chiesto un intervento immediato del Ministero dell’Ambiente per contrastare le importazioni illegali di bertucce ed assicurare i necessari finanziamenti per costruire centri di recupero specializzati nell’accoglierle.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento