FuorigrottaToday

Bagnoli, spiagge vietate ma invase dai bagnanti

Ai primi caldi, come di consueto, la spiaggia di Coroglio diventa affollata. Il divieto di balneazione e di sostare sull'area demaniale resta inascoltato come da dieci anni a questa parte

Coroglio

"Attenzione, pericolo. Specchio acqueo e area demaniale interdetti". Bagnoli non ha il mare, al contrario di quanto in tantissimi, ogni anno, non vogliono saperne di credere. La spiaggia di Coroglio ai primi caldi si riempie di bagnanti. Famiglie, soprattutto.

Non prendono soltanto il sole e passeggiano, fanno il bagno. Il divieto di balneazione diventa un consiglio inascoltato, anni e anni di consuetudine lo rendono un cartello ai margini. "Non mi è mai successo niente, sapete da quanti anni faccio il bagno qui?", ci racconta una persona del posto.

Eppure il rapporto Icram del 2005 parla chiaramente di compromissione e contaminazione di spiaggia e fondali. E l'inquinamento non è soltanto quello invisibile. Chi passeggia a sole poche decine di metri dal mare, deve superare bottiglie, mobili abbandonati, ombrelloni e sedie sventrate, fusti vuoti abbandonati alle intemperie da anni. In attesa di una bonifica sempre promessa, ma mai attuata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento