FuorigrottaToday

Bagnoli, domani Renzi a Napoli: le manifestazioni di protesta in programma

Il premier parteciperà alla "cabina di regia" per la riqualificazione. Mentre i 5 Stelle con Fico, Colonnese e Brambilla saranno in piazzetta Duca D'Aosta, dai comitati di Bagnoli Libera corteo e assemblea nella Galleria Umberto

Giornata importante, domani, sul fronte Bagnoli. Mentre Renzi è atteso in prefettura per partecipare alla "cabina di regia" sulla riqualificazione del quartiere flegreo – appuntamento cui anche questa volta si registrerà il forfait di de Magistris – saranno due le manifestazioni contro l'operato del governo in materia.

LE MANIFESTAZIONI - Da una parte alle 11 in piazzetta Duca D'Aosta il Movimento 5 Stelle presenterà, attraverso anche i suoi due deputati napoletani Roberto Fico e Vega Colonnese, le proprie proposte sulla bonifica; dall'altra movimenti e comitati di quartiere si incontreranno a partire dalle 11 in piazza Dante per poi riunirsi in un'assemblea pubblica all'interno della Galleria Umberto, occasione cui dovrebbe partecipare anche il primo cittadino.

MOVIMENTO 5 STELLE – "Salute, rispetto per l'ambiente, sicurezza, legalità e, soprattutto, diritto della cittadinanza a partecipare ai processi decisionali – spiegano i pentastellati attraverso un comunicato stampa – Sono queste le priorità indicate negli anni dai cittadini e da cui deve iniziare la rinascita di Bagnoli. Richieste inascoltate, come quella per la spiaggia libera da Coroglio a Pozzuoli per cui hanno firmato 14 mila persone, di cui il Movimento 5 Stelle si è fatto e si farà portavoce nelle istituzioni".
Al termine dell'incontro il candidato sindaco del Movimento Matteo Brambilla, insieme a una delegazione di cittadini, consegnerà in prefettura un documento con le proposte presentate.

BAGNOLI LIBERA – Comitati e movimenti flegrei, riuniti sotto la sigla Bagnoli Libera, dopo l'appuntamento di piazza Dante si muoveranno alla volta della Galleria Umberto. Lo slogan della mobilitazione è "Renzi statt 'a casa", a sottolineare la forte contrarietà sull'operato di Palazzo Chigi a proposito di Napoli Ovest.

"La vergogna di Bagnoli (di cui ha parlato ieri Renzi, ndR) sono le mazzette, prebende, promesse, voti di scambio, interessi privati su intere aree, fiumi di denaro pubblico per bonifiche mai fatte, inchieste della magistratura per disastro ambientale – spiegano gli organizzatori della protesta – cose la cui principale responsabilità politica è proprio del centrosinistra, in particolare del Pd e di chi ha gestito 20 anni non di immobilismo ma dell'elenco sterminato di menzogne". "Ed in ultimo – proseguono da Bagnoli Libera – un commissariamento straordinario, l'ennesimo", volto secondo gli attivisti a "trasformare i piani urbanistici e modificarli in direzione di ulteriore speculazione e saccheggio del territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È possibile – spiegano ancora i comitati bagnolesi – che tanti uomini e tante donne sceglieranno da che parte stare e che non si limiteranno a 'denunciare' il potere e i suoi servi". La chiamata, è alla partecipazione della cittadinanza alla protesta: "Occorre l'insurrezione organizzata della parte più sana della città".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento