FuorigrottaToday

Incendio tra Posillipo e Coroglio: forze dell'ordine al lavoro tutta la notte

Le fiamme, probabilmente causate da una lanterna cinese precipitata nelle sterpaglie, si sono propagate sul costone del Parco Virgiliano

Un incendio di proporzioni moto vaste si è verificato la scorsa notte tra Posillipo e Coroglio, a poca distanza dal Parco Virgiliano. Le operazioni di spegnimento hanno coinvolto le forze dell'ordine per l'intera notte, con fiamme alte che hanno anche minacciato l'incolumità delle persone

Le fiamme sono state segnalate intorno alla mezzanotte. I carabinieri hanno tempestivamente fatto allontanare le numerose persone che si trovavano su di una terrazza del Virgiliano con affaccio su Nisida, vicinissima al rogo. Un intervento determinante: molte di queste persone, nonostante l'evidente situazione di pericolo, restavano sul posto a scattare selfie con le fiamme alle spalle.
Poco dopo sono giunte sul posto tra squadre di vigili del fuoco.

Essendo l'area particolarmente impervia, le operazioni di spegnimento si sono subito dimostrate difficili. Intorno alle 2 sono intervenuti ulteriori rinforzi dei vigili del fuoco, mentre polizia, municipale e carabinieri chiudevano al traffico e vigilavano – per ragioni di sicurezza – l'area di Discesa Coroglio.

Mentre il rogo principale è stato domato intorno alle 3.40 (e Discesa Coroglio riaperta al traffico), altri focolari hanno impegnato i vigili fino all'alba, con autobotti costrette ad operare dall'alto.

Alcune testimonianze raccolte riportano anche una delle possibili ragioni di quanto accaduto. Pare che alcuni ragazzi, dal parco, avessero lasciato partire delle lanterne cinesi, una delle quali è precipitata nelle sterpaglie causando le fiamme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Coronavirus, primo caso a Napoli: 45enne in buone condizioni

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento