FuorigrottaToday

Una wi-fi sottomarina si può: se ne parla a Città della Scienza

Futuro Remoto quest'anno è dedicata al mare: all'interno della consueta mostra, l'incontro del 3 novembre sul progetto internazionale Sunrise

Città della Scienza

Futuro Remoto, nella sua 28ma edizione, accende quest'anno i riflettori sul mare e sulla ricerca scientifica europea ad esso dedicata: lunedi 3 novembre Città della Scienza ospiterà un'intera giornata il cui scopo sarà valorizzare progetti frutto della cooperazione tra i giovani talenti e ricercatori italiani ed europei.

Presente la direttrice della cooperazione internazionale della dg ricerca alla Commissione Europea, Maria Cristina Russo, che sarà in visita, dalle 10.30, alla mostra “Orizzonte Mare”, finanziata dall’Unione Europea nell'ambito del progetto Pier sulla Ricerca ed Innovazione Responsabile.

La giornata dedicata alla ricerca vedrà anche svolgersi un meeting – dalle 9 alle 17 – riguardo il progetto internazionale Sunrise, al quale prendono parte Germania, Portogallo, Olanda, Turchia, e Stati Uniti, sotto il coordinamento della professoressa Chiara Petrioli dell'Università di Roma “La Sapienza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sunrise consiste nell'idea di realizzare una wi-fi del mare: cinque network per la comunicazione in acqua che utilizzeranno un particolare sistema di internet sottomarino, funzionante anche a notevoli profondità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento