FuorigrottaToday

Coppa America, il piano: cantieri lunghi cento giorni

Oggi i sopralluoghi alle imprese, da dicembre l'inizio dei lavori per far nascere il villaggio a Bagnoli che ospiterà le regate napoletane dell'evento velico più prestigioso del mondo

Coppa America, la conferenza stampa (© Tm News/Infophoto)

È febbre sempre più alta per la Coppa America. E allora via al piano che prevede la nascita, entro marzo del 2012, dell'America’s Cup World Series Village, il villaggio a Bagnoli che ospiterà le regate napoletane dell'evento velico più prestigioso del mondo. I lavori partiranno a dicembre e interesseranno un'area di 367mila metri quadrati così suddivisi: 77mila a terra e 290mila a mare. Una corsa contro il tempo, spiega Mario Hubler, direttore generale di Bagnolifutura, la società di trasformazione urbana che ha pubblicato il bando da 17 milioni di euro per la realizzazione delle opere.

Intanto è in programma per questa mattina, come sottolina il Mattino, il sopralluogo tecnico delle imprese interessate a partecipare alla gara in vista della scadenza del bando, fissata per il 15 novembre. I lavori dovranno essere completati entro 100 giorni, giusto in tempo per la prima delle due tappe napoletane della Coppa America che si svolgerà tra il 7 e il 15 aprile.

Qualche indiscrezione: nella scelta del vincitore, sarà privilegiata l’azienda che si impegnerà a completare i lavori nel minor tempo possibile. Non meno comunque di 85 giorni. L'impresa che si aggiudicherà l’appalto dovrà organizzare il cantiere su due turni di lavoro per garantire almeno 12 ore di impegno al giorno. Il cantiere sarà aperto tutto l’inverno e l’impresa dovrà assicurare che la conclusione dei lavori non slitterà anche in caso di condizioni climatiche avverse.

LE OPERE IN PROGRAMMA - Bagnolifutura sarà impegnata ad allestire l’area su cui sorgerà il villaggio con tutte le infrastrutture, i parcheggi e i pontili galleggianti. Il villaggio vero e prorpio sarà tirato su in pochi giorni dall’Acea, la società americana che gestisce l’evento. A fine marzo una nave-cargo con 400 addetti arriverà in città per montare a tempo di record gli hangar per le imbarcazioni, le strutture di accoglienza per velisti e vip, i negozi, i ristoranti, le aree gioco e gli spazi destinati agli spettatori.

Il villaggio sarà diviso in tre aree: il Public event village destinato al pubblico, con un maxischermo e un’area per le premiazioni, servito da un parcheggio da 400 posti e dalla vicina stazione della Cumana; la VVIP, Corporate & Institutional area, che accoglierà gli ospiti istituzionali e commerciali; la Technical area, che ospiterà i team partecipanti alle regate. Gli uffici per gli organizzatori e le strutture per i giornalisti saranno invece allestite al Bagnoli Hub (Porta del Parco), che sarà collegato al villaggio da una strada ancora da realizzare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Riso e verza: la vera ricetta napoletana

  • Allerta meteo prorogata fino alle 14 di domani: l'avviso della Protezione civile

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento