FuorigrottaToday

Città della Scienza, da lunedì sciopero di 4 ore e presidi a palazzo Santa Lucia

Decisione annunciata dopo l'assemblea dei lavoratori di Fondazione Idis-Città della Scienza e Cuen srl in agitazione dallo scorso 7 luglio. Presidio quotidiano rivolto a Caldoro e alla giunta regionale

La decisione, frutto di ragionamenti e speranze non ancora esaudite, è stata annunciata al termine dell'assemblea dei lavoratori di Fondazione Idis-Città della Scienza e di Cuen srl. Da lunedì prossimo, 13 settembre, sarà attuato infatti uno sciopero di quattro ore al giorno "fino a che gli impegni siano formalmente mantenuti".

I lavoratori, ormai in agitazione dal 7 luglio scorso, hanno ricordato che "ogni giorno trascorso senza la garanzia concreta del riavvio di tutte le attività lavorative, del pagamento degli stipendi arretrati, del raggiungimento della stabilizzazione finanziaria della Fondazione IDIS allontana la 'Fabbrica della Cultura' Città della Scienza e l'ex distretto industriale di Bagnoli dallo sviluppo e spinge i lavoratori, il Sistema Città della Scienza e il suo indotto verso un immeritato ed irreversibile collasso".

Tra le scelte di protesta, ogni giorno ci sarà un presidio a palazzo Santa Lucia "per ricordare al presidente Caldoro e alla giunta regionale il loro ruolo di tutela istituzionale del lavoro e del diritto al lavoro".

Nei giorni scorsi una delegazione di rappresentati, insieme alla propria rappresentanza sindacale aziendale, aveva già incontrato l'assessore regionale Guido Trombetti "per chiedere impegni concreti riguardo al pagamento dei crediti che la Fondazione Idis vanta nei confronti della Regione Campania e che garantirebbe il pagamento dei salari arretrati dei lavoratori senza stipendio da tre mesi ed il riavvio di alcune attività nonché impegni precisi per la stabilizzazione di Città della Scienza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Napoli, Gattuso vivrà a Posillipo nella casa che fu di Lavezzi

Torna su
NapoliToday è in caricamento