FuorigrottaToday

Rapina a Bagnoli e fuga in auto, fermata baby gang

La polizia ha arrestato tre giovani, due dei quali minorenni, che dopo la rapina in una cornetteria sul lungomare si erano dati alla fuga in auto

Una baby gang dedita alle rapine. La polizia del commissariato di Secondigliano ha arrestato, a Napoli, i tre componenti della banda. Si tratta di due minorenni (15 e 17 anni) già noti alle forze dell'ordine, e di un 22enne, tutti accusati di concorso in rapina aggravata. I tre, la notte scorsa, scesi da una Fiat Uno, sono entrati armati ed a volto scoperto in una cornetteria sul lungomare di Bagnoli, costringendo il titolare a consegnar loro l'intero registratore di cassa.

Essendo stato denunciato immediatamente l'accaduto, la Questura ha ordinato alle pattuglie dislocate in città di tracciare il percorso dell'auto dei tre, datisi alla fuga in Tangenziale. Gli agenti della sezione volanti del commissariato di polizia Secondigliano sono riusciti ad intercettare i rapinatori in via Vecchia Miano e a bloccarli. I poliziotti hanno accertato che il 17enne, fratello di un pregiudicato vicino al clan Vanella Grassi, si era allontanato il mese scorso da una comunità di recupero giovanile. Mentre il maggiorenne è stato condotto al carcere di Poggioreale, i suoi complici sono stati portati al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento