FuorigrottaToday

Clan D'Ausilio: tre arresti per estorsione

Secondo gli inquirenti scorrazzavano in scooter, irrompevano negli esercizi commerciali, e si presentavano a nome del clan. Si facevano pagare una quota per ogni slot installata

I carabinieri del nucleo investigativo hanno arrestato tre soggetti vicini al clan D'Ausilio con l'accusa di estorsione aggravata da finalità mafiose.

Quarantasei, trentanove e ventitré anni, taglieggiavano i commercianti della zona di Bagnoli e Cavalleggeri, imponendo loro il pagamento di un pizzo deciso in base al numero di slot machine installate nei loro esercizi commerciali.

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

Secondo gli inquirenti i tre scorrazzavano in scooter, irrompevano negli esercizi commerciali, e si presentavano a nome del clan.

Secondo gli investigatori l'azione dei tre sarebbe ascrivibile ad un prepotente ritorno in zona del clan D'Ausilio, facilitato dall'evasione del boss Felice D'Ausilio mai rientrato da un permesso premio ottenuto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento