FuorigrottaToday

Bagnoli, l'accordo in Consiglio comunale prima della "cabina di regia"

A via Verdi la discussione monotematica si terrà il prossimo 24 luglio, prima dell'incontro previsto il 27 luglio

La prossima seduta del Consiglio comunale di Napoli del prossimo 24 luglio sarà una discussione monotematica sul tema Bagnoli. Nella seduta odierna in via Verdi il sindaco de Magistris ha chiesto la parola per informare il Consiglio che il Comune firmerà domani mattina, in Prefettura, l'accordo con governo nazionale e governo regionale sulla riqualificazione del quartiere.

Per il sindaco, la firma non esaurisce il dibattito, da qui la richiesta al Consiglio di dedicare la prossima seduta alla discussione. L'appuntamento del 24 precederà la riunione della cabina di regia che sarà convocata per il 27 luglio.

Dopo la firma dell'intesa (sottoposta agli ultimi ritocchi ancora ieri sera), anzi, si potrà parlare di qualcosa di concreto, e l'amministrazione ha ritenuto che fosse politicamente corretto riportare al Consiglio comunale e alla Municipalità il lavoro fatto in questi mesi, un lavoro per il quale ha ringraziato tutte le articolazioni amministrative e gli assessori coinvolti.

“L'amministrazione – fa sapere Palazzo San Giacomo – ha raccolto le sollecitazioni venute dal territorio, e si può dire che, quindi, ha servito il popolo napoletano ottenendo il rispetto delle prerogative territoriali”. “D'altro canto – ha continuato il sindaco – va riconosciuto al governo di aver mostrato rispetto per le proposte e la mobilitazione della città. Senza soffermarsi sui dettagli, ha citato i principali obiettivi raggiunti, tra questi il recupero del borgo, la spiaggia pubblica, l'archeologia industriale, l'esproprio dei suoli privati – solo la mano pubblica potrà operare. La trattativa è stata lunga, e non ha fatto arretrare l'autonomia politica del Comune, tanto che si può ora parlare di una grande vittoria della città”.

Non tutti saranno contenti – ha concluso de Magistris ricordando alcuni malesseri manifestati in municipalità – perciò, il compito dell'amministrazione è spiegare l'accordo che contiene tutti i punti salienti posti dal Comune e che va ora realizzato. Per questo, il sindaco ha rivolto un invito al contributo di tutte le forze politiche e della città. “Si tratta di un accordo storico – ha concluso il primo cittadino – la città ha avuto il riconoscimento e il rispetto che chiedeva, ora bisogna costruire la Bagnoli del futuro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento