FuorigrottaToday

Un gladiatore per due arene: Acciaierie Sonore vs Arena Flegrea

Nasce l'Auditorium della Musica a Bagnoli nell'ex Italsider in concorrenza con l'Arena Flegrea. Due partecipate comunali nella stessa area senza un piano coordinato. Primo appuntamento il 9 luglio con gli Skunk Anansie

Ha tutta l’aria di essere uno scontro tra Titani: due società partecipate dell’amministrazione comunale di Napoli e due arene a contendersi gli eventi più appetibili che richiameranno il pubblico estivo.

Parliamo del progetto di un nuovo Auditorium “Acciaierie Sonore” che sarà parte del Parco della Musica e che pare voler fare concorrenza alla Mostra d’Oltremare e alla sua Arena Flegrea, protagonista indiscussa delle ultime estati partenopee, avendo accolto decine di concerti e spettacoli con la sua splendida location. L’arena, lo ricordiamo, è considerata "una delle opere più cospicue e lodevoli della Mostra d’Oltremare, nonché il primo edificio del genere costruito in Italia".

L’Acciaieria musicale nascerà dalle ceneri dell’ex Italsider, a Bagnoli, negli spazi dell’attuale Bagnoli Futura. La struttura scoperta, posta non in riva al mare, sarà costituita da ottomila posti a sedere ed unidicimila in piedi.

L’inaugurazione è prevista per questa estate ed è già stato ufficializzato il primo concerto, previsto per il 9 luglio. A salire sul palco saranno gli Skunk Anansie nell’ambito del Neapolis Festival 2011" . Fino a qualche settimana fa, l’Acciaieria era già prenotata per ospitare il Forum delle Culture, ma a causa dei ritardi nei lavori di bonifica di Bagnoli l’importantissimo evento è stato spostato alla Mostra D’Oltremare, che sembra segnare il primo punto in questa ipotetica “guerra” all’ultimo spettacolo.

Sul sito dell’associazione Napolipuntoeacapo si legge che a gestire l’Acciaieria sonora sarà il "WikiGroup, formatosi da poche settimane, mettendo insieme organizzatori di concerti e fornitori di servizi del settore con un presidente del Consiglio di Amministrazione come Dario Scalabrini ex amministratore dell’Ept Napoli e anima spettacolare dell’era bassoliniana".

La struttura sorge a pochi passi dalla Mostra d’Oltremare. Difficile dunque non pensare che partirà presto lo scontro e la caccia allo spettacolo più invitante, cercando di pizzicare anche il cartellone dell’Arena Flegrea. Tutto normale in un libero mercato che si regge sulla concorrenza, ma la stranezza del caso in particolare è che si tratta di due strutture a partecipazione pubblica, realizzate anche con soldi pubblici, non di aziende private. Infrastrutture destinate allo stesso utilizzo che occuperanno pressappoco la stessa area, ma senza un piano coordinato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Appunto, pensiamo prima di scrivere, vale anche per chi lascia commenti. Il sottoscritto prova a farlo senza offendere nessunoo. Ho letto l'articolo e credo che non faccia altro che mettere evidenza, il fatto che a distanza di pochi km c'è uno spazio strutturato molto simile, perchè all'Arena Flegrea effettivamente ogni anno si esibiscono molti artisti. Si poteva spendere meglio il denaro pubblico pensando ad un parco della scienza o a qualcosa di simile. Non vorrei che si tratti dell'ennesimo scambio di favore di tipo politico, cosa che non mi scandalizzerebbe. Ma non voglio pensare male una volta tanto che si fa qualcosa in questo schifo di città. Però, credo, che sfruttare strutture già esistenti permette anche di tenerle vive e manutentate, farne di nuove e del tutto simili mi sembra uno spreco eccessivo. C'è lo stadio Collana, per esempio, che potrebbe accogliere molti spettacoli e per di più nel centro città. Ripeto parliamo di soldi pubblici anche perchè sappiamo tutti che l'imprenditoria non esiste più. Cordiali saluti

  • Avatar anonimo di haste
    haste

    Ma pensate prima di scrivere! L'arena per quanto bella posa essere rimane un arena, un teatro, non certo luogo per concerti rock o pop!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio Stefania Fragliasso: fermate due persone

  • Attualità

    Via Toledo da record: è tra le 10 strade con più traffico pedonale in Europa

  • Cultura

    Premio Montale a Peppe Barra, il messaggio ai napoletani: "Amate di più questa città capitale"

  • Politica

    Pd, Martina a Napoli: "Abbiamo rischiato la fine. Oggi siamo combattivi"

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Incidente stradale in via Diocleziano: un morto e tre feriti

  • Incidente stradale sull'Asse Mediano, distrutte tre automobili

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 27 al 31 maggio

Torna su
NapoliToday è in caricamento